Spaghetto alle vongole

Un classico della cucina italiana, dalla Campania alla Liguria, ala costiera Adriatica, ogni località di mare lo propone nella sua versione tipica.

Io personalmente lo preferisco bianco e con vongole veraci.

L’inconveniente che maggiormente ci spaventa è la sabbia nel piatto, davvero sgradevole, ma se seguirai i miei consigli, non avrai questo problema.

Ingredienti per 2 persone

  • 400g di vongole veraci
  • 180g di spaghetti (anche versione gluten free)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • olio evo
  • aglio

Procedimento:

Toglie le vongole dalla retina e mettile in una bacinella con acqua fredda e un pugno di sale grosso, riponi in frigo per almeno due ore.

Togli le vongole dall’acqua e battile una ad una su di un tagliere, impugna la vongola dal lato d’unione, dei due gusci e picchietta avendo il taglio, il lato d’apertura, rivolto verso il piano, e sbatti la vongola con un colpetto, se la vongola è “fasulla” piena di sabbia vedrai un grosso quantitativo di sabbia uscire, o addirittura potrebbe aprirsi al colpo.

Sciacqua ora tutte le vongole sotto acqua fredda corrente.

In una casseruola a fiamma bassa insaporisci l’olio con uno spicchio d’aglio. Unisci ora le vongole, alza la fiamma e sfuma con il vino. Quando il vino sarà sfumato, circa, 1 minuto, copri con un coperchio e abbassa la fiamma.

Dopo 3-4 min le vongole saranno tutte aperte, a questo rimuovi le vongole dalla casseruola e lascia il sughetto sul fondo. Assicurati che sia privo di sabbia, in caso contrario filtralo.

Cuociamo gli spaghetti in acqua bollente salata, a cottura quasi ultimata spostiamo gli spaghetti nella padella con il sugo delle vongole e lasciamo tirare, in modo che la pasta formi la sua crema. se necessario unire anche un mestolo d’acqua di cottura della pasta, al termine unire le vongole ed il prezzemolo, mescolare il tutto e impiattare.

Se lo gradite potete unire anche pepe o peperoncino.

Consiglio in Più: sconsiglio l’utilizzo di un vino in cartone per questa preparazione, in quanto i sentori del vino persisteranno all’intero del piatto. Sfruttate un bicchiere dalla bottiglia del vino che poi andrete ad abbinare al piatto a tavola. Ne sarà valsa la pena!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *